Simone Cipriani

Chef

“L’essenzialità per me vive nel dualismo tra immagine e sostanza, senza che l’una prevarichi l’altra”

Simone Cipriani, figlio di ristoratore, si appassiona al mondo della cucina fin da piccolo. Dal 2001 inizia a lavorare come cuoco, ed entro il 2010 porta a termine diverse esperienze professionali importanti, come la collaborazione con il due stelle Michelin Arnolfo di Colle Val D’Elsa e Castel Monastero con consulenza di Gordon Ramsey. Dal 2011 al 2015 è Chef del Santo Graal. Nel 2016 oltre ad aprire il suo ristorante, Essenziale, inizia anche il suo percorso televisivo su Sky e Gambero Rosso Channel. Nel 2018 viene Nominato fra i 15 chef under 35 più influenti di Italia secondo Food&Wine.

9.000

Follower

1.400

Fan

Biografia

“La tradizione è una responsabilità dei cuochi”

Simone Cipriani nasca a Livorno il 24 Febbraio 1985, figlio di ristoratore, fin da piccolo si appassiona al mondo della cucina.

Dal 2001, durante il periodo scolastico, inizia a lavorare come cuoco al St. Regis di Firenze, finita la scuola lavora al St. Regis di Roma e al ristorante di suo padre in via Toscana a Roma, un ristorante di cucina toscana, classico, con molta ricerca sui prodotti. Qui, affascinato dal lavoro della brigata, scopre definitivamente che la cucina è la strada della sua vita.

Dal 2004 al 2010 fa diverse esperienze professionali importanti, fra queste il due stelle Michelin Arnolfo di Colle Val D’Elsa e Castel Monastero con consulenza Gordon Ramsey.

Dopo una stagione a Formentera torna a Firenze dove dal 2011 al 2015 è Chef del Santo Graal, vince il concorso come miglior chef emergente organizzato da Touring Club e ottiene diversi consensi da parte di guide e riviste del settore. Nello stesso periodo ha l’occasione di passare due mesi in Giappone a presentare il suo menù degustazione e successivamente di essere personal chef a Long Island (NY) per 6 mesi nella casa di un noto lobbista.

Nel 2016 apre il suo ristorante, Essenziale, che crea subito una sua fascia di mercato in contrapposizione al classico gourmet. Il menù è a scelta fra due percorsi: “mercato” e “al buio”. La proposta “mercato” è a metà fra un bistrot e un “fine dining” e prevede di poter scegliere liberamente dalla carta o la degustazione di quattro portate; “al buio” invece è una degustazione di 6 oppure 8 portate completamente al buio, che tiene conto delle eventuali intolleranze o esigenze degli ospiti. Una cucina molto dinamica e spesso contaminata con altre culture, soprattutto Giapponese.

Dal 2016 inoltre, inizia il suo percorso televisivo su Sky, Gambero Rosso Channel, fino a diventare uno degli chef di punta del canale, con programmi come Cambio menu, Giorno di Chiusura e L’appartam3nto e la serie web Il pomodoro che non ti aspetti.

Nel 2018 viene Nominato fra i 15 chef under 35 più influenti di Italia secondo Food&Wine.

Il web è colmo di articoli su Essenziale e Simone. Fra le tante riviste: Newsweek, Espresso, Premium Giappone, Der Feinschmeker, New York Times, Wallstreet Journal, Wall Paper, Eater, Luxgallery e altre.